Frasi sparse, sciocche, profonde, volgari o eleganti, giochi di parole ed errori di grammatica raccolti negli anni tra gli amici ed i colleghi
 
 

Fabrizio:
- C'ho un culo che quando porto l'aeroplanino... o piove o c'è un vento che vanno a piedi anche i passeri.

Alessandro:
- ...o tutti e due!

”Io c'avrei i maroni a fior di palle...„

Alessandro e Fabrizio:
- La la la la la la la la!!!!" (aria del "Barbiere di Siviglia", tipo quello di Gerusalemme)

Alessandro:
-
la la laaa... (non ci arriva)

Fabrizio:
- la la laaaa (lui si)
- sono più tenorile!

Alessandro:
- E io sono più barile.

Michele P. tira una briciola dentro le braghe di Luigina:
- C'è qualcosa di me dentro di te

Luigina tira fuori la briciola mostrando agli astanti il pezzetto di pane:
- Ah, me l'aveva messo nel culo!