Capitolo XXXVIII bis

ovvero: non può finire così

 


Mark saltò su e disse

«Che fine del cazzo! Adesso vogliamo una altro capitolo e poi anche una postfazione!»

Così dicendo, si unì allo sforzo mentale degli altri tre e si concentrò sulla capsula di salvataggio di Sediuls. Passarono alcuni secondi,poi, lentamente si scaldò ancora di più e finalmente la barriera di Phreddo si spezzò. La navicella, investita da un'incredibile ondata di Kalore, si liquefece nello spazio ed esplose fragorosamente. L'ultima trasmissione della navicella fu

«Fottutissimi bastardi, non finirà così, non riuscirete mai a sconfigger...» dopodiché ci fu l'esplosione.

Jake si rivolse a Mark.

«Ma come fai a conoscere anche tu il segreto del Kalore?»

«Eh, è una storia lunga...»

«Beh allora raccontacela, tanto adesso non abbiamo più niente da fare!»

«Ecco, vedete, io fui mandato in veste di Pronto Polì ad arrestare l'Uomo che patisce più caldo dell'universo.»

«Arrestarlo? Lui?!? E perché?»

«Perché era in arretrato con le bollette del gas per il riscaldamento del pianeta.»

MAKEPAKKK!!! (III o IV, non ricordo bene...)

«E poi?»

«Lui, per evitare l'arresto, mi iniziò alla conoscenza del Kalore, e, come vedete, si è rivelata molto più utile di quanto non credessi.»

«Tutto qui?»

«Sì.»

«E allora perché hai detto che era una lunga storia?»

«Eh, beh, faceva molto l'effetto da sborone...»

«Bene, ragazzi, adesso ci aspetta solo Riposo & Ricchezza (& Donne...)! Ma ci pensate a quanto diventeremo famosi? Il gruppo Delta ha impedito una colossale manovra per monopolizzare un intero quadrante stellare. Oh, ma non ci riescono mica tutti, sapete?»

«E adesso, cosa pensate di fare?» chiese Jake.

«Beh, io aspirerei a diventare Generale Supremo delle forze interplanetarie.» disse Yena.

Nick disse «Invece a me piacerebbe diventare ingegnere capo della sezione ricerche della Federazione. Sai che casini che fanno lì dentro?»

«Io, invece» disse Mark «vorrei diventare il Polì Supremo, coordinatore di tutti i Pronto Polì delle galassie conosciute.»

«E tu, Jake?»

«Beh, io voglio aprire un ristorante di gran classe, ma che serva porzioni giganti di roba. Altro che Chez Maximus!»

Nick però, fu oscurato da un dubbio.

«Ma siete sicuri che ci daranno tutto questo?»

Jake, con un sorriso più largo della bocca, disse

«Ma vuoi scherzare? Certo che ci daranno quello che vogliamo! Siamo degli eroi, ora! Stanne certo. E poi lo sai che di me ci si può fidare...»

I quattro eroi si avviarono verso l'hangar della ex base di Sediuls, salirono sulla CrossRay e tornarono velocemente verso la Terra e verso il loro più che meritato premio.