Chi non sa veder oltre le proprie tasche
dà un prezzo in oro financo al tempo
ma`l tempo, lesto, gli sfugge già di mano.

Chi non sa udir il suono nella pioggia
sa solo lamentarsi che l`abito è bagnato
ma attorno a lui si perde il canto delle piante.

Chi non conosce il profumo della terra
non sa comprendere che un giorno non lontano
lui sarà quella terra, quella terra sarà lui, invano,

e se non sarà capace di donare una carezza,
di stringere con forza la mano di un amico
nella sua bocca ogni sapore avrà dimenticato il gusto.

Su cosa si misura, allora, l`utilità stessa della vita,
d`un gesto, una parola, di un silenzio,
se non sappiam gioire di ciò che a nulla serve?

E chi decide se la vita sia più bella intensa,
fulminea rincorsa verso un traguardo inutile,
o inutile camminata pel sentiero sconosciuto?

Do ascolto al Cuore, io, lo so, a volte sbaglio,
inutilmente poi m`arrabbio o sfogo le mie ire
ma quando il Cuore s`apre al Vero Amore, che dire:

Sarà anche inutile, ma Amo da morire.