Nell'ombra del meriggio d'estate
una goccia scivola s'un petalo d'orchidea
striando di sale il velluto nero
d'un fiore appassito in una notte

L'abito candido scivola sul prato
lasciando scoperta la seta e la carne
e l'oro si nasconde in terra
avvolto dai vermi e dall'oblio.

Si spegne nell'ombra l'ultimo sole
e cadono ad uno ad uno i petali
corrotti dal silenzio e dall'ingnavia
di un sorriso anonimo e d'una menzogna.