Il vecchio marinaio ascolta il mare,
ogni giorno ascolta la sua voce
raccontare di terre lontane e misteriose
di paradisi segreti e di dolorosi inferni.

Il vecchio marinaio ascolta il mare,
ogni giorno tende l'orecchio attento
al sommesso mormorio delle onde
che scivolano limpdide tra gli scogli affilati.

Il vecchio marinaio ascolta il mare,
attende che la rabbia del fortunale
si faccia brezza fresca, gentile
ed il sole ritorni tiepido ad asciugargli la pelle,

Il vecchio marinaio ascolta il mare,
ogni giorno getta la rete delle sue speranze
ad abbracciare un lembo di quell'infinito
rubando per se una goccia di ciĆ² che nasconde.